L’imbecillità 2.0 di Umberto Eco

Everything and more...

“I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. E’ l’invasione degli imbecilli”

E’ questo il pensiero espresso dal filosofo Umberto Eco che ha scatenato tanti consensi ma altrettanti pareri discordanti. Forse  perché qualcuno con la coda di paglia si è sentito direttamente preso in causa? Forse qualcuno ha ritrovato la propria figura ben centrata e colpita nella parola “imbecille”? O forse qualcuno “imbecille” lo è diventato subito dopo aver frainteso o, peggio ancora, non aver nemmeno provato ad approfondire la questione esposta dal professore?

Perché è importante sapere che il tema toccato da Eco è andato anche oltre l’aspetto negativo dei social media.

“Il fenomeno dei social network è anche positivo, non solo perché permette alle persone di rimanere in contatto…

View original post 413 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...